Meglio che tu non sappia

Black Relationship – Wassily Kandinsky

 

Meglio che tu non sappia
quanta nostalgia ho di quella buia notte
immensa
nei tuoi grandi occhi neri.
*
Tiro via, a piccoli pezzi
il mio ricordo,
so che ti sto perdendo
a poco a poco:
il profumo dei tuoi capelli
il sapore delle tue dolci labbra
svaniti
insieme a quella notte
e a tutte le sue stelle.
*
Rimani tu per quel che sei adesso
dopo tutto questo tempo
ancora immenso
con i tuoi grandi occhi neri.


Jeremy Warmsley – Moment


Contatore per sito

Annunci

Vecchio blues

Volevi delle parole.
Eccole.
Più o meno
sono dodici battute
sparpagliate nel vuoto
come le hai chieste tu
“penetranti fin oltre la morte.”

Come un vecchio blues
con il respiro alla gola
non sei mai sazio dei miei capricci
e spingi fino in fondo il mio dolore.

Sento che ti piace
la mia inquietudine
te ne sazi
come ghiaccio dentro il sole
e la mia voglia cresce
è una doccia fredda che sale
fin là dove solo tu
tra malinconia e peccato
fai buio alla mia ombra
in questa stanza
che prima o poi
ci seppellirà entrambi
vivi.

 

Gary B.B. Coleman – The Sky is Crying


Contatore per sito

Il sonno

Foto di Anja Buhrer

 

Con te
ho perso la parola,
sono passati anni
e poi ancora anni.
Se penso di scriverti
niente è più di nulla
così con noncuranza
sfacciatamente
metto a nudo i miei pensieri.
Che importanza ha
– mi dico
quel treno è già passato
due volte:
una arcata, due arcate
e per entrambe
prima
un passo falso
e poi
di nuovo il sonno.


Contatore per sito

Questo è tutto

Foto di Anja Buhrer

 

Questo è un giorno
in cui ogni pensiero
si fa cupo:
in qualche modo
devo saziare anche la noia
e placare quest’aria
sfatta e derelitta.

Se il resto è molto poco,
questo è tutto.

***

Thom Yorke – Suspirium


Contatore per sito

Un impulso morente

Luci Gutierrez

 

Tra le stelle del mio cielo
ci sono anch’io
o forse è un’altra come me
che genera mostri
con occhi distinti dai miei.

Sono sempre rimasta
qui intorno e se parto
sempre ritorno
più per superbia
che per gioia.

Capisci? Qui regnano
noia e rassegnazione,
la perfetta sintesi
di ciò che non sono:
un impulso morente.

 


Cherry Wine – Hozier


Contatore per sito

Fine stagione

Méditerranée – Marcel Barbeau

 

Quel giorno
in tasca portavo le tue parole,
le sfioravo con le dita
mentre in un gioco di sguardi
sorridevo.

Se vivrai in un’isola,
sentirai quando l’estate se ne va.

Ritorno in terra
rischiarendo la voce:
è il mio modo di dire le cose
senza usare inutili parole.
Per questo sorrido.

In un soffio d’onda
vedrai andar via il sole.

Se vivo ancora lo devo a te
che mi leggevi Baudelaire
mentre sentivo la pioggia cadere
e raccoglievo tutto in un secchio:
gocce e parole.

Ho detto ciò, in modo che tu potessi capire
e hai capito.

Si, ho capito.
Ho fatto dei miei versi un cruccio
seguendo la linea del mare
lì fino a dove
potevo arrivare.


Contatore per sito

Certe voci

Rayograph (The Kiss) – Man Ray (1922)

 

Certe voci
sono come il sole
senza esilio
non le puoi guardare
e men che meno sentire.
Rassegnate
si ripetono
e per ogni donato addio
muoiono
sempre di più.

Certe voci
sono come foglie
che cadono
in fretta
nei tranelli del cuore.
Sperdute tra le terre del Nord
volano più in là
oltre i baci richiesti
ad un tempo
che sempre si muove.

Certe voci
scivolano
nell’acqua o tra le cose,
ignoranti
di quanto sia vero.
Sono come la ruggine
affilata e bagnata
da sudate battaglie
accese solo
in vane speranze.


Contatore per sito

Chiuso

Apollo – Willi Baumeister

 

Abbiamo bussato
alla porta del destino
ma era chiuso:
solo silenzio
che brancola nel buio
per una guerra
mai dichiarata
da nessuno di noi
che senza lotta
ci arrediamo
al solo eco
di parole mai dette.

 

John Prine — Clay Pigeons

 


Contatore per sito

Contano i legami [di Jorge Luis Borges]

No. 5, 1948 – Jackson Pollock

Non sai bene se la vita è viaggio,
se è sogno, se è attesa, se è un piano che si svolge giorno
dopo giorno e non te ne accorgi
se non guardando all’indietro. Non sai se ha senso.
In certi momenti il senso non conta.
Contano i legami.

 


Contatore per sito

Poco importa

www.quaintrevival.com

 

Poco importa
a quel tempo senza fine
se questo giorno
come un altro è passato.
È un’illusione infondata
che prima o poi svanirà
in un piccolo
piccolissimo sospiro.

 


Pearl Jam – Unthought Known


Contatore per sito

Άπειρο (o forse infinito)

Horizontal Vertical – Johannes Itten

Tra le altre cose
vorrei tornare
ormai non c’è più nulla da difendere
ho deposto armi e dolore,
il tempo è invecchiato
ha allungato il passo
tra ore ed ore scontate
è arrivato dritto al punto.

Ci vuole un nuovo canto
per la stagione che verrà,
dovrò cercare bene
ciò che ancora non vedo
– ad esempio, giustizia
o forse
basterebbe non indugiare più
sui fogli ingialliti dal pianto.

Eppure è sicuro che ero
e non posso dimenticare “io”
il punto più profondo di infinito.
È bastata una volta sola
bene contro male o l’avverso
che importa?
Solo un rumore di passi
mi ha portata via da lì.


CAST – Live The Dream


Contatore per sito