Non sei più vicina a me

Composition Abstraite – Huguette Arthur Bertrand

Quello che cerco è un po’ di umanità
e non un muro d’ombra
con il sole solo al mattino.

Dal tuo viso non emerge neppure una parola
neppure un sorriso,
passeggi lungo un ponte sospeso nello spazio
tra il nulla e il nulla
muovi appena le tue labbra
e qualcosa si alza in un cielo vuoto.
Non so bene cosa sia
sembra una domanda lontana,
chiusa in un’inezia impalpabile
ma con un peso enorme
che vola via come fosse un pianeta al vento.
In un crepuscolo di battenti accostati
mostri a me le tue mani legate,
ma io ti sento respirare
viva nel mio cuore che batti e ribatti
con dolcezza e poi con amarezza
perché – mi dici -non sei più vicina a me.


Annunci

L’ira di Altea

Vasilij Vasil’evič Kandinskij – Moviment I

***

Io sento questa musica
sempre la stessa solita musica
con tempi e modi informi
rotti da sordi rumori
forti nell’essere della mia natura
che si impone con rabbia
sempre con questa collera
pronta a scappare oltre il mare
al di là del cielo
sotto sotto e sotto terra
dove non esiste odore o colore
e neppure un sorriso
a placare questa ira
gridata al di là del tumulto
oltre l’orlo di un lontano orizzonte
dove non sono neppure sicura che esista
quell’unico piccolo e breve ricordo.

***


She Remembers – Max Richter