Cosa puoi saperne tu

Fotografia di Chiara Gini

Cosa puoi saperne tu
di me
che naufrago tenacemente
nell’oscuro oceano del dubbio
che speculo tra parti di me e me
che auspico la pena più intensa
e grave – e scongiuro giorno dopo giorno
che esista un macigno da trascinare
nella nebbia più cupa
dove il tuo nome risuoni
lontano, più lontano che mai.
Cosa puoi saperne tu
di me
che sei più distante delle stelle
che a stento senti il vento vicino
che fissi sempre lo stesso punto
tu che senti ancora il mare
come potresti mai capire
tu, che non conosci peccato
il desiderio di tradire
la voglia di toccare senza guardare
la nostalgia del tempo che si perde
nel tempo.
Io non so nulla
ma, tu cosa ne sai
del dolore che tace,
del bruciore, dell’ardore lontano
che è stato, di una resa
che mai è arrivata.
Tu, dimmi
come pensi di comprendere
questo rimpianto tenace e costante
adesso che niente mi consola
più di vivere o morire.


 

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Rapsodie ed etichettato .

31 commenti su “Cosa puoi saperne tu

  1. mariannapuntog ha detto:

    di solito chi naufraga così, non vien spesso capito, da chi è più lontano delle stelle, che viaggia su altre orbite… già –

    Piace a 1 persona

  2. mimi ha detto:

    Niente di più difficile che trovare un vero ascolto…ma è possibile 😉

    Piace a 1 persona

  3. atmosferepoetiche ha detto:

    chiedilo a dio
    ai suoi occhi di stelle cadenti
    alla lunga notte invernale coi suoi rami di freddi metalli
    agli astri che si assembrano in lunghi fiumi di luce
    all’aria dal sapore di amaro
    alla terra
    che governa il dolore e la pietra
    all’uomo impietrito
    che vale meno del suo malaticcio silenzio.

    Piace a 1 persona

  4. Nico ha detto:

    Una splendida poesia che non merita di essere “sporcata” da nessun mio commento.
    Sei meravigliosa in questo tuo sentire….
    Un abbraccio.

    Mi piace

  5. rosarioboc (Sarino) ha detto:

    un acuto interiore che non ha bisogno di commenti, ma di empatia. Bella e cruda ma soprattutto necessaria (a volte non esiste rimedio se non la voce e lo svuotarsi d’inchiostro). Un caro saluto

    Piace a 1 persona

  6. rosarioboc (Sarino) ha detto:

    la tua scrittura spesso mi cattura ed è facile essere presente 🙂

    Piace a 1 persona

  7. Piero ha detto:

    Siamo così certi del nostro “io” che solo leggendo delicate, intense e commoventi emozioni come questa poesia, riusciamo a capire che siamo percepiti diversamente. Che il nostro “sé” è tutt’altra persona rispetto a quella che avremmo voluto o potuto regalare agli altri. Eppure chiediamo sempre che ci leggano dentro l’anima con quegli occhi che possiamo avere solo noi, per noi stessi.
    Grazie. Davvero.
    Ciao, Piero

    Piace a 1 persona

  8. silviatico ha detto:

    Un intercalare che sembra più ancora un mantra, una riproposizione continua del differenziarsi di un sentire che non trova in alcun modo comunanza o quiescenza…
    Splendida e musicale che t’avvolge…
    Un saluto ed un fiore…

    Piace a 1 persona

  9. SaraTricoli ha detto:

    ☺️semplicemente: splendida, commuovente, riflessiva, struggente… Perfetta ❤️
    Complimenti 😘

    Piace a 1 persona

  10. Presa Blu ha detto:

    Meravigliosa come sempre ❤️

    Piace a 1 persona

  11. stephaniasan ha detto:

    L’indifferenza e la sordità di un cuore di fronte ad un’ anima in tempesta.

    Piace a 1 persona

  12. stephaniasan ha detto:

    Mi piacerebbe che spiegassi il punto in cui l’interlocutore è lontano dalle stelle, ma sente ancora il mare. Cosa rappresenta il mare? Deve avere un simbologia per te precisa, che vorrei conoscere, altrimenti mi suona in contraddizione con l’indole di questo “tu” a cui ti rivolgi.
    Grazie.

    Mi piace

    • Seidicente ha detto:

      Oddio, non sempre scrivo legando pensiero e vita, ma questa volta posso spiegare. Io vivo in un’isola e il mare per me è “la fuga” e tutto ciò che ci si avvicina.
      Ricollegandomi al tuo commento predente, più che indifferenza, direi “superficialità” 😉
      Ciao e grazie per l’intervento e la curiosità.

      Mi piace

  13. francescagoti ha detto:

    Ciao. Molto bella la poesia. Visto che hai messo mi piace al mio post sul quadro, ti lascio scritto il nome dell’artista che ho scelto per te. Si tratta di Lavinia Fontana 😀 buona serata

    Piace a 1 persona

  14. cristinadellamore ha detto:

    Ciao, se hai voglia di giocare sei stata nominata: vieni a vedere di cosa si tratta

    Piace a 1 persona

  15. melaniaceccarelli ha detto:

    cara seidicente, grazie per la tua attenzione. questa poesia a me piace, e di solito la poesia a me non piace molto

    Piace a 1 persona

  16. simogabri1967 ha detto:

    Sentire con tanta sensibilità, senza protezioni per un anima ed un cuore nella tormenta. E’ un gran pregio…ma costoso
    Bella
    Gabriele

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.