Io che non abito la vostra vita.

Malachina

Prima di iniziare vi comunico che ho pubblicato questo articolo anche in collaborazione con il blog POV Emergenti (Punti di vista emergenti): cliccate QUI per capire meglio di cosa si tratta e QUI per rileggere “Io che non abito la vostra vita” sul blog di POV!

flat1000x1000075f-u3

“Within the red wood of nowhere” by Adelidaw on Redbubble

_____________

Mentre bevevo una tazza di tè seduta davanti al computer, mi sono ritrovata a pensare a qualcuno che non conoscevo. Ad un’ipotetica ragazza qualunque, che abiti altrove, lontana dalle logiche della rete, dalle bibite gassate, lontana dalla nostra parvenza di abitudinaria civiltà. Una ragazza siriana, magari. O turca, palestinese, israeliana, irachena.
Mi sono sorpresa a pensare a come i miei noiosi pomeriggi potrebbero apparire ad una persona così. Uguale a me eppure intrappolata in una vita diversa dalla mia. Una vita che non ha scelto. Ho continuato a riflettere per un po’ finché, tramite associazioni ed analogie, non sono approdata…

View original post 842 altre parole

Annunci

Il ramo rubato (di Pablo Neruda)

Van Gogh - Branches of an almond tree in blossom red

Van Gogh – Branches of an almond tree in blossom red

Nella notte entreremo
a rubare
un ramo fiorito.

Passeremo il muro,
nelle tenebre del giardino altrui,
due ombre nell’ombra.

Ancora non se n’è andato l’inverno,
e il melo appare
trasformato d’improvviso
in cascata di stelle odorose.
Nella notte entreremo
Fino al suo tremulo firmamento,
e le tue piccole mani e le mie
ruberanno le stelle.

E cautamente,
nella nostra casa,
nella notte e nell’ ombra,
entrerà con i tuoi passi
il silenzioso passo del profumo
e con i piedi stellati
il corpo chiaro della Primavera.