Felicità raggiunta, si cammina… [di Eugenio Montale]

Vertigo – Leon Spilliaert

 

Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s’incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t’ama.

Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
è dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.

 



Contatore per sito

5 commenti su “Felicità raggiunta, si cammina… [di Eugenio Montale]

  1. neveesogno ha detto:

    Da troppo non la rileggevo. Meravigliosa e semplice.

    Piace a 1 persona

  2. Pier Luigi Redini ha detto:

    Sto rileggendo “Le occasioni” .Il libro è la prima edizione di Mondadori che mi regalò qualcuno quando feci la Maturità.”L’Estate ” allora mi emozionò molto e la rileggo spesso.L’ultimo verso ” Occorrono troppe vite per farne una ” è stato sempre presente nel mio vissuto quotidiano.

    Piace a 1 persona

  3. Aria Mich ha detto:

    Rileggerla è rinnovare la sua bellezza! 💖

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.