Era lei [di Jimmy Page]

Colore “tobacco sunburst”, marroncino sfumato.
La mia prima elettrica. Straordinaria.
Non riuscivo a crederci quando tornai a casa. Ed eccola lì, in casa mia. Fantastica. Era lei.
Era lei quella che cercavo.
Andai in giro per negozi e trovai il negozio Stuyvesant Guitars. Chitarre dovunque, persone dovunque. Questo strumento stava lì…e mi chiamava. Questa Explorer.
A quel tempo cominciai seriamente a prendere la mia strada.
La mia tecnica cominciò a migliorare. Divenne una vera e propria droga.
Al punto che la portavo perfino a scuola. E facevo pratica durante la ricreazione. Poi addirittura me la confiscarono.
Pensavo che fosse controcultura o qualcosa del genere. Non faceva del male a nessuno.
Non ancora.

Da “It Might Get Loud” di Davis Guggenheim.



Annunci