Le lacrime di Marzo

Moki Mioke

Moki Mioke

Sono ore morte queste
in cui affiorano poche parole
con le mani sempre in tasca
solo ragionevoli bugie
lucchetti maturati dal tempo
dai miei passi dinanzi a me
senza ombra, senza luce
immobile come un sasso.
Niente si alza dal deserto
in questo vento di Marzo
solo un fantasma
avvolto nel vuoto
senza terra sotto i piedi
e lacrime senza vita.


Questo articolo è stato pubblicato in Rapsodie ed etichettato .

8 commenti su “Le lacrime di Marzo

  1. melaniaceccarelli ha detto:

    Bella questa. Uniche parole che mi paiono un po’troppo usate: fantasmi e lacrime

    Piace a 1 persona

  2. Nico ha detto:

    Lascia correre il tempo, lascialo scivolare via senza opporre resistenza, ciò che aspettiamo solitamente non arriva, solo il tempo che dedichiamo a noi stessi è quella forma di pensiero che rappresenta il nostro esistere, quindi non mi stancherò di dirti che esistono molte vie che il pensiero potrebbe percorrere nell’attesa che questo deserto senza luce e senza gioia e che ci espone a venti aridi di sentimenti, possa tornare ad essere rigoglioso di amore infinito.
    E’ proprio sotto l’urgenza del dolore che dovremmo dimostrare di essere capaci di oltrepassare l’irretimento della sfera egoistica dei nostri bisogni umani per affermare una nostra realtà interiore, insomma, voglio farti capire che noi stessi, seppur sperduti in un limbo dove nulla sembra interessarci, rappresentiamo sempre e comunque un valore importante che dobbiamo conservare per coloro che ci sono vicini e che ci amano.

    Ti stringo forte…..e auguri di serene feste.

    Piace a 5 people

  3. Seidicente ha detto:

    Grazie Nico, sei sempre molto attento nei miei confronti e forse io neppure lo merito 🙂
    Auguro anche te di passare delle feste serene. Un bacio grosso :*

    Piace a 1 persona

  4. mariannecraven ha detto:

    Il vento di Marzo mi riporta la vita, come se il ritorno della Primavera fosse non solo la rinascita della terra e della natura tutta, ma anche il rinnovarsi di una vita interiore che si era assopita come in una specie di letargo … come vorrei poter trasmettere al “tuo fantasma” un po’ di questa mia piccola vita! Sento in “lui” una grande sofferenza, straziante, che mi commuove … e mi coinvolge … vorrei poter dare un corpo, una fisicità, una umanità nuova a questa evanescenza, vorrei poter infondere vita alle “sue” lacrime … e asciugarle, stringere la “sua” mano e camminare con “lui” verso la luce … la “sua” trasparenza triste mi stringe il cuore … perché, qualsiasi cosa lo addolori e lo spenga, “egli” sa parlare all’anima, toccandola profondamente con versi meravigliosi che, per contrasto, sono vivi più che mai … è un dono prezioso quello che ci fa … e io “lo” ringrazio … Un grande abbraccio … fantasma! ❤

    Piace a 1 persona

  5. lilasmile ha detto:

    Bellissimo il tuo dire.
    Un sorriso. Lila

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.