Le lacrime di Marzo

Moki Mioke

Moki Mioke

Sono ore morte queste
in cui affiorano poche parole
con le mani sempre in tasca
solo ragionevoli bugie
lucchetti maturati dal tempo
dai miei passi dinanzi a me
senza ombra, senza luce
immobile come un sasso.
Niente si alza dal deserto
in questo vento di Marzo
solo un fantasma
avvolto nel vuoto
senza terra sotto i piedi
e lacrime senza vita.