7 commenti su “Così

  1. Sai, a volte mi chiedo se sia cosi difficile essere compresi quando si vive in mezzo a persone che vivono e pensano diversamente da noi, mi chiedo anche se io stesso sto facendo tutto il possibile per farmi capire, ma poi mi rendo conto che forse faccio meglio ad estraniarmi da tutto quello che gli altri considerano come una forma di normalità, l’essere uniformati.
    Qualsiasi forma non è mai la mia forma, la mia unicità come la tua, rende meraviglioso qualsiasi incrocio, perché ognuno di noi possiede pensieri grevi ma anche dolci, duri oppure affettuosi, insomma una variegata serie di emozioni a testimoniare il nostro estro migliore e più ardito.

    La semplicità rappresenta il mio spazio vitale, uno spazio che tengo ben protetto dalla contaminazione dei disvalori, qui unisco cultura, meraviglia, gioia e sofferenza, tutto quello che è uniforme lo tengo fuori dalla mia sfera, ecco perché a volte ci si sente estranei in una realtà che per noi risulta essere apparenza della stessa, la mia realtà è data dalla semplicità nel guardare il cielo, le stelle , il mare, gli occhi di un bambino o sentire il calore di una stretta di mano data senza interesse, se questa cosa, per le persone “normali” significa vivere in un’altra dimensione, beh si, vivo in un’altra dimensione e non è detto che sia peggio della “loro”.
    E’ lo spunto che mi è venuto leggendoti…
    Un abbraccio….

    Liked by 4 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...