Il cielo dove tu guardi

Seidicente

IMG_9536
Questo e non altro ricordo:
una danza di polline al vento
sopra un bianco cielo mite.
Al di là di ogni nostra parola
giace un silenzio quieto
che con dolore calmo avanza
oltre il fiato nel fiato,
sotto le palpebre – al buio.
Tu ricordi – senz’altro
il mio silenzio,
come fosse una preghiera
mentre il tempo ci rapiva
e noi, immobili sotto lo stesso cielo,
soli e ombre
che non intendevano amare.
Per quanto adagio io cammini,
mi muovo – adesso
tra il tuo ritrarti e il tuo cercare.
La tua dolcezza è il tuo sorriso,
è un lampo acceso sul destino
in cui ogni giorno ti prendo e ti ritrovo,
al di là di oggi,
di questa fredda mattina d’inverno
con il gelo
che si scioglie tra le tue braccia.
Tu sei l’artefice dei suoni,
il creatore dei sogni,
tu sei la melodia che si fa musica
in…

View original post 26 altre parole