Il viaggio

lyonel feininger-445539

Mi ricordo adesso,
camminavo a testa bassa,
lungo la strada che va al pontile.
Con occhi socchiusi,
sopra un cielo morente,
ammiravo l’asfalto
grigio e piatto
e lì cercavo
un rimedio o un riparo.
Non c’era sole,
non c’era luna,
non c’erano
neanche le stelle
e le nubi
intorno a me.
Solo aria,
una silenziosa
voglia d’aria
sfiorava i miei pensieri
e contava i miei passi.
Il tempo respirava
lentamente,
come fumo sull’acqua
costeggiava un sorriso,
al limite della gioia.

Un cuore solo non basta.
Parto con la prima nave,
il mare è pieno di strade.
Sono questa vita
e quella che resta.

 

Questo articolo è stato pubblicato in Rapsodie ed etichettato .

2 commenti su “Il viaggio

  1. maramassaro ha detto:

    Bellissima poesia, complimenti!

    "Mi piace"

  2. jalesh ha detto:

    Grazie per i tuoi commenti

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.